Così, per dire e non si sa mai legga.

Un giorno di questi, una sera o una notte di queste, a te giovane tizio balconiero che non conosci manco canottiera e che adori fumarti le sigarette da solo o in compagnia come adesso con altrettanto pelo al vento, che prediligi come passatempo quello di farti i cazzi miei a qualsiasi ora, credendo che non intercetti i tuoi occhietti sorcini di giorno o la sera/notte complice la scarsa luce, ti scattero’ una bella foto e poi ti salutero’ come si conviene.

Chissà se guarderesti altrove.

Annunci

3 thoughts on “Così, per dire e non si sa mai legga.

    1. Ma che si faccia i cazzi anche di quelli che abitano accanto a me è certo ma che guarda casa mia è altrettanto certo, perché mi sta proprio di fronte e il balcone mio è bello lungo, con altrettante finestre e io quando posso sto sempre fuori.

      Mi piace

Dì la tua:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...