Esperimenti grafici pulcioni II

Stasera la notizia che anche nel palazzo vicino al mio hanno chiamato gli artificieri per un sospetto “pacco bomba”.

E così in diverse zone romane, compreso un ospedale, in cui un medico ha visto (?) entrare un tizio con qualcosa che sembrava proprio un fucile sotto la giacca.

Ora, salvo quest’ultimo caso e salvo la psicosi generale che blocca ed evacua le metropolitane per valigie abbandonate sospette e sacchi che poi si rivelano cuscini, a me viene in mente che la mamma dei cretini è sempre incinta.

Così per sdrammatizzare, produco cose inutili, tipo questo logo:

logolpv5tondo

Che ve pare?

 

 

 

La Vostra Pulciona di Quartiere

 

 

.

Annunci

Quiete Inquieta

79302

Ieri sera stringevo la Cecia fra le braccia mentre, passeggiando, lei scivolava verso il sonno, cercando di trovare conforto nella morbidezza di infante e nel suo profumo di incondizionata ingenuità ma mi sentivo un nodo in gola che non voleva andare né su né giù, un po’ come Piero (Edoardo Gabbriellini) ed il suo “ovosodo”.

Oggi il nodo si è un po’ allentato ma sono attraversata da una quieta inquietudine che mi serpeggia fra le ossa, regalando a tratti uno scossone, come un brivido di freddo, che ha come riflesso l’alzarmi dalla scrivania per andare in cucina a prepararmi un caffè; con quello che mi andrò a bere adesso, saranno già quattro.

Lei sta facendo il suo riposino pomeridiano ed io approfitto per rimpinguare il mio piccolo portfolio di articoli ma vorrei che fosse già sera. Vorrei che fosse già domani.

La calma disarmante e quasi sospesa che c’è fuori è ingrigita dal tempo che ha concesso al sole di averla vinta per poche ore solo stamattina e poi è sparito, puntuale ultimamente, verso le 13 e qualcosa, quasi fosse un coprifuoco che rispetta diligentemente da qualche giorno a questa parte.
Il fruscio delle fronde polpose degli alberi disposti “in duplice filar” sulla strada principale mi sembra quasi uno sciabordio intenso, insistente ed impalpabile che mi si insinua nel cervello, inframezzato dallo sbattere di una finestra da qualche parte, schiaffeggiata dal vento, fomentando l’attesa del rumore del passaggio di una macchina o di un clacson, che mi dirà: ehi, il pomeriggio si sta inoltrando, vivi anche tu.

Pioviggina. il che rende vano il mio pensiero sfiorato di uscire a fare una bella passeggiata quando Vita mia si sveglierà.

Ed intanto la grassa candela bianca che ho davanti brucia in silenzio, consumando lo stoppino della mia irrequietezza.

Ma io bevo il mio caffè.

 

 

Faccialibro pulcione

tp_move2
Aò, 12 richieste di amizia su faccialibro, di persone che, con tutto il rispetto, non ho mai visto in vita mia ma manco scambiato du parole in altre sedi. Tutto ciò nel giro di due ore.

Visto che quel social lo uso poco o niente, pleaz, se qualcuno di voi lettori pulcioni mi aggiunge, mandatemi un messaggio per dirmi chi siete!

 

Francia 2 – Terrorismo 1

Blitz francese all’alba a Saint Denis.

In un appartamento s’era rintanato un piccolo manipolo di str terroristi, appartamento di proprietà di un altro tizio che dice di non sapere di chi si trattasse, perché aveva solo fatto un favore ad un amico affittandolo(!?). Questi erano armati fino ai denti (circa una trentina di armi tra due appartamenti, se ben intendo) e la donna che era con loro s’è pure fatta esplodere, a quanto ho capito, quando in casa è stata mandata in avanscoperta Diesel, la cagna poliziotto che, povera anima, è morta.

Insomma, grazie ad un telefono cellulare rinvenuto nella spazzatura dopo la strage di venerdì 13 e ad altre intercettazioni, i francesi sono riusciti a rintracciare i ben 2 covi dei terroristi che avevano intenzione di perpetrare altri attentati, alla Defense e al De Gaulle.

Quello che mi lascia infinitamente senza parole, o per lo meno poche, è il fatto che due di questi soggetti erano stati fermati prima della strage al Bataclan ma erano stati lasciati andare perché “non costituivano potenziale minaccia”.

Adesso io dico ma fermateli tutti e rinchiudeteli con fermo cautelare, ritirategli il passaporto che qualche disgraziato gli ha rilasciato (e qui glisso perché quello che ci sarebbe da dire dietro va molto oltre le mie capacità di sintesi e la mia voglia di sintetizzare) o almeno se li lasciate andare, seguiteli, intercettateli, teneteli sotto controllo santissima Cleopatra! è vero che non si fa di tutta n’erba un fascio ma a tener così larghe le trame della rete, prima o poi se perde pure il manico e alla peggio, la rete, il manico e la mano che lo doveva stringere per bene.