Pensieri sparsi senza tag ( perché non capisco come si inseriscono dal cell)

Ed eccomi qua, al mio appuntamento serale sul balcone con la quarta sigaretta della giornata.

Stavo pensando che un tempo avrei scritto qualcosa sul solstizio ma adesso, con una stanchezza mentale post giornata che avanza riesco solo a focalizzare l’olfatto sul profumo di candele spente da poco che sale probabilmente dal giardino qui sotto e la testa su un pensiero.

Il pensiero che, nonostante la mia parziale refrattaria ostinazione nel rifiuto di comprendere appieno i meccanismi del web, possa aprire il cellulare e questa pagina virtuale e riversarci quello che mi sta passando per la testa, come fosse una delle care vecchie pagine di carta.

E scrivere anche che mi fa un po’ strano sentire uno straniero seduto con altri al bar, che racconta un episodio affermando, nel raccontare, che fra “uno straniero di merda” e la signora italiana aveva ragione la signora italiana.

Nel frattempo qualcuno sta ascoltando i Guns ‘n Roses, precisamente November Rain, che è tra l’altro la mia preferita di quell’album, ed io ho finito la mia sigaretta e non ho voglia di rientrare, se in casa o dalla mia fuga nei ricordi che mi stanno rivivendo nel cervello non lo so nemmeno io.

Annunci

5 thoughts on “Pensieri sparsi senza tag ( perché non capisco come si inseriscono dal cell)

Dì la tua:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...